Studi di Fase 1

Sono attualmente 38 i centri di ricerca e laboratori di analisi che rispondono ai nuovi criteri definiti dall’Agenzia Italiana del Farmaco per poter svolgere sperimentazioni cliniche di Fase I ovvero le valutazioni circa la sicurezza e tollerabilità delle molecole dei nuovi farmaci. Tra questi, c’è IRST – Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori. L’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, riferimento per l’oncologia della Romagna e della Regione, non solo mantiene ma rilancia la propria vocazione. La ricerca non è, in effetti, solo la ragione più profonda e vitale delle attività dell’IRST IRCCS ma anche una grande occasione di crescita per tutto il territorio. Grazie all'Unità di Studi di Fase 1, presso IRST IRCCS sarà possibile sperimentare nuove molecole e dare così opportunità di nuovi trattamenti a pazienti a volte non più suscettibili di terapie consolidate.

La determina Aifa n. 451/2016, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 78 del 4 aprile 2016, contiene requisiti minimi, indicazioni e modalità per adeguare gli standard dei centri di ricerca italiani a quanto già avviene negli Stati Uniti e nelle principali nazioni europee, consentendo, così, anche agli Istituti e Laboratori italiani di concorrere e produrre innovazione in un settore della ricerca, come quello medico, altamente complesso.

Gli Studi di Fase 1 sono il primo passo dell’articolato e minuzioso percorso che porta una nuova molecola e un nuovo farmaco alla diffusione o messa in commercio. Tra tutti i nuovi farmaci testati appena il 7% supera tutte la fasi, dimostrandosi non solo efficace ma sicuro e ben tollerato. L’evoluzione della ricerca ha fatto sì che negli ultimi anni le differenti fasi e le differenti applicazioni delle molecole siano diventate più modulabili, meno costrette da pattern rigidi ma unendo più passaggi e valutando più patologie secondo schemi adattabili. IRST IRCCS – all’interno del quale si effettueranno studi solo su pazienti volontari e non su volontari sani – non ha dovuto cambiare le proprie modalità di gestione degli studi ma, per recepire la Direttiva, strutturare procedure, figure professionali e percorsi (in particolare quello legato alle emergenze).

Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l.
Sede legale: Via Piero Maroncelli, 40 - 47014 Meldola (FC)
Tel. 0543 739100 - Fax 0543 739123
e-mail: info@irst.emr.it PEC: direzione.generale@irst.legalmail.it

Capitale Sociale interamente versato Euro 20.000.000,00 - R.E.A. 288572 (FC)
Reg. Imprese FC / Cod. Fisc. / Partita IVA 03154520401
Codice di Interscambio: L0U7KO4

  Privacy policy e Cookies |   Portale IRST |   Login

Seguici su - Follow us on

Questo sito fa uso di cookie tecnici

Questo sito fa uso di cookie tecnici, per permetterti la navigazione del sito, e per raccogliere statistiche anonime sull'utilizzo che ne fai. Scopri di più leggendo l'informativa.