Presentato il libro "Il Sole e la pelle" - 7 luglio 2015

Dalla Romagna un modello di ricerca e di intervento educazionale con 10 regole utili per prendersi cura della propria pelle

Presentato questa sera il libro “Il Sole e la Pelle” del prof. Ignazio Stanganelli, presso il Bagno Cala Celeste con interventi del prof. Dino Amadori (Presidente IOR e Direttore Scientifico IRST), del prof. Giuseppe Fabrizi (Direttore clinica dermatologica dell’Università di Parma) e del Vice Sindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi. Il libro nasce come modello di ricerca e di intervento educazionale attraverso la sintesi del lavoro svolto nel progetto “Salviamo la Pelle” dell’Istituto Oncologico Romagnolo e, affronta il rapporto tra il sole e la pelle in maniera semplice e completa e rappresenta un importante strumento di comunicazione e di educazione alla salute: “un passaporto per una sana esposizione solare”. Il Progetto “Salviamo la Pelle” è stato sviluppato dall’Unità Melanoma dello IOR, integrata nella Skin Cancer Unit dell’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori IRCCS, in collaborazione con il Ceums dell’Università di Bologna, l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e l’Università di Parma. Specificatamente il progetto “Salviamo la pelle” si è articolato in tre sotto-progetti: 1) Progetto Raggio di Sole, che ha incluso due azioni: a) educazione a una corretta esposizione solare attraverso la creazione di “info summer points” dedicati alla distribuzione di opuscoli informativi sulle corrette regole di esposizione solare; b) indagine epidemiologica volta a rilevare il livello di consapevolezza e le abitudini degli amanti dell’abbronzatura in merito all’esposizione ai raggi solari e artificiali. Questa parte del progetto ha avuto un notevole impatto nella riviera ravennate per la diffusione del messaggio di educazione sanitaria “un passaporto per una sana esposizione solare” e per la creazione di una rete sociale comprendente cittadini, imprenditori, amministrazioni comunali (Cervia e Ravenna), direzione AUSL di Ravenna, ottici e altri che hanno aderito alla campagna educazionale; 2) intervento educazionale nelle scuole superiori e università sulla prevenzione primaria e sulla diagnosi precoce del melanoma (importante perché durante l’infanzia e l’adolescenza si assorbe circa l’80% della dose solare accumulata in tutta la vita), 3) intervento educazionale per gli operatori area estetica (solarium UV artificiali) che ha previsto un corso di formazione presso l’IRCCS IRST di Meldola sull’importanza della corretta applicazione del decreto ministeriale sull’utilizzo delle lampade artificiali a indirizzo estetico e, in particolare, sul divieto all’uso dei raggi UV artificiali ai minori di 18 anni e a pazienti ad alto rischio di tumori cutanei.

"Il sole è sorgente di vita, infatti le sue radiazioni ultraviolette sono cruciali nel metabolismo di alcune vitamine, di mediatori cellulari e di ormoni prodotti dalle cellule. Tuttavia, è altrettanto importante la gestione della pelle durante l’esposizione solare intenzionale e professionale basata sulle regole del buon senso applicando il decalogo per la protezione solare". Dieci punti facilmente riassumibili: 

1. Evita le esposizioni eccessive e le conseguenti scottature soprattutto se hai un fototipo 1 o 2.

2. Esponiti gradualmente per consentire alla tua pelle di sviluppare la naturale abbronzatura.

3. Proteggi soprattutto i bambini, quelli al di sotto di un anno non devono essere esposti al sole.

4. Evita di esporti al sole nelle ore centrali della giornata (11.00-15.00 ora legale).

5. Utilizza indumenti, cappello con visiera, camicia, maglietta, e occhiali da sole.

6. Approfitta dell’ombra naturale o di ombrelloni, tettoie etc.

7. Usa creme solari adeguate al tuo fototipo, con filtri per i raggi UVA e UVB; in caso di allergia o intolleranza al sole consulta il dermatologo.

8. Le creme solari devono essere applicate in dosi adeguate e più volte durante l’esposizione.

9. Alcune sedi sono da proteggere in modo particolare: naso, orecchie, petto, spalle, cuoio capelluto se calvi.

10. Evita l’utilizzo delle lampade abbronzanti, che invecchiano ancor più precocemente la pelle e sono vietate ai minori.”

Istituto Romagnolo per lo Studio dei Tumori "Dino Amadori" - IRST S.r.l.
Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico
Sede legale: Via Piero Maroncelli, 40 - 47014 Meldola (FC)
Tel. 0543 739100 - Fax 0543 739123
e-mail: info@irst.emr.it PEC: direzione.generale@irst.legalmail.it

Capitale Sociale interamente versato Euro 20.000.000,00 - R.E.A. 288572 (FC)
Reg. Imprese FC / Cod. Fisc. / Partita IVA 03154520401
Codice di Interscambio: L0U7KO4

  Privacy policy e Cookies |   Login |   Portale dipendente

Seguici su - Follow us on

Questo sito fa uso di cookie tecnici

Questo sito fa uso di cookie tecnici, per permetterti la navigazione del sito, e per raccogliere statistiche anonime sull'utilizzo che ne fai. Scopri di più leggendo l'informativa.