La Skin Cancer Unit IRST a Radio UNO - 29 maggio 2015

Il Prof. Ignazio Stanganelli, intervistato da Annalisa Manduca di Radio Uno Rai, all'interno del programma Life - Obiettivo salute (qui il link a http://www.radio1.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-d7d6376b-ca5c-4f17-96e5-66968c66350b.html) ha riportato che dal 2009 l’Organizzazione Mondiale della Sanità consisidera le radiazioni ultraviolette - UV - sia solari sia artificiali come quelle emesse dalle lampade artificiali come carcinogeni completi (al pari del fumo delle sigarette) in quanto sono coinvolte nella formazione dei tumori maligni della pelle come il melanoma, il carcinoma spinocellulare e il carcinoma basocellulare.

Dal 2011 in Italia l’uso delle lampade abbronzanti e` vietato alle persone piu` vulnerabili come i ragazzi sotto i 18 anni, le donne in stato di gravidanza, i soggetti che in precedenza hanno sviluppato un tumore maligno della pelle ed i soggetti con pelle chiara che non si abbronzano o che si scottano fa- cilmente con l’esposizione al sole. Inoltre, lo stesso decreto di legge sconsiglia vivamente il loro utilizzo nei sottogruppi di popolazione a maggiore rischio, in particolare ai soggetti con un elevato numero di nevi (> 25), molte lentiggini, una storia personale di frequenti ustioni solari durante l’infanzia e l’adolescenza e agli individui che stanno assumendo farmaci in quanto alcuni principi attivi provocano fotosensibilita`. Tutte queste restrizioni sono indispensabili proprio perche´ le radiazioni ultraviolette, oltre a provocare danni a breve termine (come eritema e arrossamen to della pelle accompagnato da prurito o bruciore), possono provocare alterazioni che compaiono anche dopo molti anni di distanza dall’esposizione, come l’invecchiamento precoce della pelle e la fotocarci- nogenesi (l’induzione di tumori sulla pelle).

L’utilizzo dell’UV artificiale prima dei 35 anni aumenta notevolmente il rischio di sviluppare tumori della pelle nel corso della vita. Le radiazioni UV artificiali hanno un effetto additivo alle radiazioni solari: infatti 20 minuti di esposizione artificiale corrispondono ad una giornata di sole in pieno agosto. Il consiglio quindi e` evitare le lampade artificiali, ma allo stesso tempo usare il buon senso anche per l’esposizione al sole durante l’estate.

Istituto Romagnolo per lo Studio dei Tumori "Dino Amadori" - IRST S.r.l.
Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico
Sede legale: Via Piero Maroncelli, 40 - 47014 Meldola (FC)
Tel. 0543 739100 - Fax 0543 739123
e-mail: info@irst.emr.it PEC: direzione.generale@irst.legalmail.it

Capitale Sociale interamente versato Euro 20.000.000,00 - R.E.A. 288572 (FC)
Reg. Imprese FC / Cod. Fisc. / Partita IVA 03154520401
Codice di Interscambio: L0U7KO4

  Privacy policy e Cookies |   Login |   Portale dipendente

Seguici su - Follow us on

Questo sito fa uso di cookie tecnici

Questo sito fa uso di cookie tecnici, per permetterti la navigazione del sito, e per raccogliere statistiche anonime sull'utilizzo che ne fai. Scopri di più leggendo l'informativa.