Cancro al seno, screening migliore per cure migliori: già 10.000 donne partecipano a MyPeBS!

Unicancer annuncia l'inclusione di 10.000 donne volontarie nello studio MyPeBS (My Personal Breast cancer Screening), quasi la metà delle quali è stata reclutata in Francia. Questo progetto unico, finanziato dall'Unione Europea e coordinato da Unicancer, riunisce 27 partner internazionali e centri di reclutamento in sei paesi (Francia, Italia, Israele, Belgio, Regno Unito, Spagna). Il suo scopo è valutare una nuova strategia di screening del cancro al seno basata sul rischio individuale delle donne di sviluppare il cancro al seno. Complessivamente, MyPeBS mira a reclutare 85.000 volontarie di età compresa tra i 40 ei 70 anni e che non hanno mai avuto un cancro al seno.

 “Siamo lieti di raggiungere questo traguardo simbolico di 10.000 donne, poiché MyPeBS affronta un'importante sfida per la salute pubblica: identificare una strategia di screening più efficiente e più sicura di quella attuale” spiega la dott.ssa Suzette Delaloge, oncologa del Gustave Roussy Cancer campus (Villejuif, Francia) e coordinatore internazionale dello studio MyPeBS.

Con 360.000 nuove diagnosi e 92.000 decessi ogni anno in Europa, il cancro al seno rimane il tumore più comune nelle donne, ma è più spesso curabile se diagnosticato abbastanza presto. Oggi, tutte le donne di età compresa tra 50 e 74 anni sono invitate a partecipare al programma organizzato di screening del cancro al seno effettuando una mammografia ogni due anni. Tuttavia, non tutte le donne sono identiche quando si tratta di rischio di cancro al seno.

Per questo MyPeBS si propone di adattare la frequenza e le modalità di screening dai 40 anni in poi in base al profilo di rischio personale di ciascuna donna, sulla base di diversi fattori (genetici, ormonali, storia familiare, ecc.): maggiore è il rischio, più intensi sono gli esami di screening e viceversa.

Al fine di valutare questa nuova strategia di screening, lo studio MyPeBS assegna in modo casuale le donne partecipanti a seguire il programma di screening standard o un programma di screening personalizzato in base al rischio di cancro al seno. La durata della partecipazione è di 4 anni per tutte le donne. MyPeBS sta valutando se lo screening personalizzato basato sul rischio potrebbe essere sia più efficiente (meno tumori al seno in fase avanzata diagnosticati) sia più sicuro (meno falsi positivi e sovra-diagnosi) rispetto alle attuali strategie di screening organizzato. MyPeBS potrebbe guidare le future raccomandazioni europee sullo screening del cancro al seno.

MyPeBS

MyPeBS è coordinato da Unicancer e ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell'Unione Europea (in base alla convenzione di sovvenzione N ° 755394), oltre a finanziamenti aggiuntivi nei paesi aderenti. MyPeBS riunisce 27 partner in 8 paesi (Francia, Italia, Israele, Belgio, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi, Stati Uniti), inclusi 6 paesi di reclutamento nello studio. La durata totale dello studio è di 7 anni. In Italia, lo studio MyPeBS è supportato da Azienda Sanitaria Locale (AUSL) di Reggio Emilia - capofila  per il nostro paese - IRST IRCCS, Centro di Riferimento per l’Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte (CPO) all’AOU Città della Salute e della Scienza (Torino) e Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica.

Per maggiori informazioni: www.mypebs.eu

mypebs

Istituto Romagnolo per lo Studio dei Tumori "Dino Amadori" - IRST S.r.l.
Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico
Sede legale: Via Piero Maroncelli, 40 - 47014 Meldola (FC)
Tel. 0543 739100 - Fax 0543 739123
e-mail: info@irst.emr.it PEC: direzione.generale@irst.legalmail.it

Capitale Sociale interamente versato Euro 20.000.000,00 - R.E.A. 288572 (FC)
Reg. Imprese FC / Cod. Fisc. / Partita IVA 03154520401
Codice di Interscambio: L0U7KO4

  Privacy policy e Cookies |   Login |   Portale dipendente

Seguici su - Follow us on

Questo sito fa uso di cookie tecnici

Questo sito fa uso di cookie tecnici, per permetterti la navigazione del sito, e per raccogliere statistiche anonime sull'utilizzo che ne fai. Scopri di più leggendo l'informativa.