mercoledì 20 settembre 2017
IRST - Meldola
Informazioni

Il ticket si paga presso
l’Accettazione Amministrativa
al piano terra dell’IRST.

Orari:
dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore 19.00
sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

Recapiti:
Tel  0543 739100
Fax 0543 739151
e-mail: accettazione.amministrativa@irst.emr.it

Come pagare il ticket sanitario

L’importo dei nuovi ticket  su farmaci e viste specialistiche è differenziato in base alla fascia di reddito del cittadino, calcolata sul reddito lordo complessivo del nucleo familiare, definita sulla base di un’autocertificazione. La Regione Emilia-Romagna inoltre salvaguarda e conferma tutte le attuali esenzioni: chi è già esente dal pagamento dei ticket, continua ad esserlo.

Le disposizioni regionali sulle misure di compartecipazione da parte del cittadino alla spesa sanitaria sono state applicate a  partire da lunedì 29 agosto 2011 e gli utenti possono trovare il materiale informativo predisposto dalla Regione Emilia Romagna e il modulo per l’autocertificazione del reddito con le relative istruzioni per la compilazione presso l'Accettazione Amministrativa IRST (sedi di Meldola, Forlì e Cesena). Il materiale può essere anche scaricato dal box a fianco (Approfondimenti). Qui le domande e le risposte (FAQ) più frequenti sull'esenzione del pagamento del ticket in base al reddito.

Dal 29 agosto 2011, ogni cittadino deve quindi autocertificare, attraverso un modulo da compilare per ogni componente del nucleo familiare, ed una sola volta (a meno di variazioni), il reddito del proprio nucleo familiare fiscale.

Per conoscere le modalità di trasmissione del modulo compilato il paziente IRST può rivolgersi ai presso l'Accettazione Amministrativa IRST (sedi di Meldola, Forlì e Cesena).

Farmaci
Il provvedimento di introdurre il ticket sulla farmaceutica, previsto in Emilia-Romagna per la prima volta nel 2011 e messo a punto dall’Assessorato regionale alle politiche per la salute, ha predisposto un ticket in base al reddito familiare annuo lordo autocertificato.
Tale ticket non riguarda chi ha un reddito inferiore ai 36.153 euro e chi già usufruisce di un’esenzione: per reddito, età, patologia cronica o altre condizioni.
Questi i ticket e le relative fasce di reddito:

Ticket  Fasce di reddito
0 euro fino a 36.152 euro
1 euro a confezione
(con tetto di 2 euro per ricetta)
tra 36.153 e 70.000 euro
2 euro a confezione
(con tetto di 4 euro per ricetta)
tra 70.001 e 100.000 euro
3 euro a confezione
(con tetto di 6 euro per ricetta)
oltre 100.000 euro

Visite specialistiche, prestazioni di chirurgia ambulatoriale
Il ticket per le visite specialistiche è aumentata di 5 euro per tutti, indipendentemente dal reddito. Chi è esente continuerà ad esserlo.
Per la prima visita il ticket è dunque di 23 euro, per quelle di controllo di 18 euro.
E' stato introdotto anche un ticket di 46,15 euro per le prestazioni di chirurgia ambulatoriale della cataratta e della sindrome del tunnel carpale.

Risonanza magnetica e Tac
Anche per la risonanza magnetica e la Tac la compartecipazione del cittadino è stata rimodulata. Fino a un reddito di 36.152 euro annui è rimasta tuttavia invariata.
Questi gli importi e le relative fasce di reddito:

Ticket Fasce di reddito
36,15 euro fino a 36.152 euro
50 euro   tra 36.153 e 100.000 euro
70 euro oltre 100.000 euro

Esami specialistici
E' stato introdotto, e modulato in base al reddito, un ulteriore ticket sulla ricetta con esami che da soli o nel loro insieme hanno un valore tariffario superiore a 10 euro. La misura non riguarda i redditi fino a 36.152 euro. Tale quota non si applica alle ricette che prescrivono solo la visita e a quelle che prescrivono Tac e risonanza magnetica. Se la ricetta contiene la visita e altre prestazioni, il costo della visita non concorre a determinare il valore tariffario.

Ticket Fasce di reddito
0 euro  fino a 36.152 euro
5 euro tra 36.153 e 70.000 euro
10 euro tra 70.001 a 100.000 euro
15 euro  oltre 100.000 euro

Pronto soccorso
Non cambia nulla, restano in vigore i ticket e le esenzioni attuali.

Le esenzioni
Sono confermate tutte le attuali esenzioni nazionali e regionali: bambini fino a 6 anni di età e anziani dai 65 anni, con reddito familiare lordo inferiore o uguale a 36.152 euro, persone con invalidità e con malattie croniche, donne in gravidanza, disoccupati, lavoratori in cassa integrazione e loro familiari.

Come fare l’autocertificazione
Il reddito familiare annuo lordo in base al quale viene calcolato il ticket deve essere dimostrato dai cittadini attraverso un’autocertificazione che deve essere compilata per ogni componente del nucleo familiare una sola volta. In questo modo ciascun cittadino sarà in possesso del modulo con cui accedere a tutti i servizi, unitamente alla prescrizione.
I dati dell’autocertificazione vengono registrati nell’anagrafe sanitaria con il relativo codice di fascia di reddito che sarà automaticamente riportato in ogni prescrizione. Da mercoledì 1 luglio 2015, su disposizione della Regione Emilia Romagna, il codice relativo alla fascia di reddito cui appartengono gli utenti dovrà essere apposto, sulle ricette, solo da parte del medico prescrittore (medico di famiglia o specialista, privato o del Sistema Sanitario Nazionale). I cittadini non esenti dal pagamento dei ticket che non hanno ancora presentato l'autocertificazione della propria fascia di reddito sono invitati a farlo, recandosi agli sportelli Cup della propria Azienda sanitaria: consentiranno così al proprio medico di ricavare in automatico il codice della propria fascia di reddito al momento della prescrizione. In questo modo si garantirà che, a seguito dell’introduzione della ricetta dematerializzata, che, gradualmente, sta sostituendo la ricetta cartacea, e che non prevede possibilità di modifica del proprio contenuto dopo l’emissione, i dati personali siano corretti e aggiornati.

Indicazione della fascia di reddito sulla ricetta rossa

Il codice di fascia di reddito di appartenenza (R1, R2 o R3) può essere inserito solo al momento della prescrizione. Di conseguenza, qualora la ricetta non riporti i codici di reddito (appunto RE1, RE2 o RE3) all’utente sarà applicata la classe di reddito massima, o in alternativa, l’utente dovrà tornare dal medico che ha emesso la ricetta per farsela rifare. Si raccomanda pertanto di recarsi agli sportelli Cup della propria Azienda sanitaria per presentare l'autocertificazione della propria fascia di reddito.

.: Dove si possono reperire i moduli   I moduli per l’autocertificazione possono essere reperiti in tutte le sedi del Servizio sanitario, nelle farmacie, negli ambulatori, nelle sedi di patronati, Caaf, sindacati e associazioni di categoria, o scaricati dal sito www.saluter.it. Il materiale può essere anche scaricato dal box a fianco (Approfondimenti).

.: Dove si possono compilare i moduli   I moduli si possono compilare presso tutti gli sportelli in cui si effettuano le procedure per esenzione ticket (Aziende Usl e Ospedaliere, patronati, Caaf, associazioni di categoria) o in alternativa autonomamente.

.: Dove si possono consegnare i moduli  
Per i pazienti residenti nel territorio dell’AUSL di Forlì: E' possibile consegnare i moduli presso i due punti dedicati istituiti (uno all’interno dell’atrio del padiglione “Morgagni”, all’ospedale “Morgagni-Pierantoni” di Forlì, l’altro nella sede del Distretto, in via Oberdan 11), presso tutti gli sportelli Cup dell’Azienda, nelle farmacie abilitate al servizio Farmacup, in sede di prenotazione di una prestazione di specialistica ambulatoriale, nonché presso gli sportelli di patronati e CAAF delle organizzazioni sindacali confederali (CGIL, CISL e UIL) e di CNA, Famiglia Artigiana, Coldiretti, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Legacoop, Confagricoltura, INCA-CAF-CIA, ACLI.
Per i pazienti residenti nel territorio dell’AUSL di Cesena: E' possibile consegnare i moduli  presso i punti dedicati dell’Ospedale Bufalini di Cesena: Piastra Servizi - P.zzale Giommi, Punti informativi e portinerie - Viale Ghirotti, Ufficio Relazioni con il Pubblico - Viale Ghirotti, nonché presso lo Sportello Unico C.so Cavour 180 a Cesena, il Punto Informativo P.zza A. Magnani a Cesena, lo Sportello Unico - Portineria Punto Informativo a Mercato Saraceno, lo Sportello Unico - Portineria Punto Informativo a San Piero in Bagno, lo Sportello Unico oppure Portineria/Punto Informativo presso l’Ospedale Santa Colomba a Savignano, lo Sportello Unico a Gambettola, lo Sportello Unico - Portineria Punto Informativo presso l’Ospedale Marconi a Cesenatico, lo Sportello di Comunità c/o il Comune di Sogliano.

.: Dove si possono inviare i moduli   I moduli di autocertificazione possono essere anche inviati autonomamente con le seguenti modalità:
Per i pazienti residenti nel territorio dell’AUSL di Forlì: la copia può essere trasmessa all’Azienda anche attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno (Azienda Usl di Forlì, via Oberdan 11, 47121, oppure c.so della Repubblica 171/D, 47100, Forlì), via fax (0543 738762) o attraverso  posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pec.ausl.fo.it solo se il cittadino è titolare di casella di posta elettronica certificata PEC.
Per i pazienti residenti nel territorio dell’AUSL di Cesena: per raccomandata con ricevuta di ritorno (Azienda Usl di Cesena, viale Ghirotti 286, 47521, Cesena FC), via fax (0547 1792065) o attraverso  posta elettronica certificata all'indirizzo dirgen@pec.ausl-cesena.emr.it solo se il cittadino è titolare di casella di posta elettronica certificata PEC.

Il cittadino deve sempre conservare la copia dell’autocertificazione in abbinamento alla ricevuta della raccomandata, del fax o della email.

Per i pazienti IRST
La compilazione del modulo può essere fatta presso l’Accettazione Amministrativa IRST (sedi di Meldola, Forlì e Cesena) che provvederà a inoltrare la documentazione agli uffici competenti dell’AUSL di Forlì o di Cesena.

Per informazioni
Per spiegare ai cittadini le modalità dei nuovi ticket, l’Assessorato regionale alle politiche per la salute ha previsto pieghevoli e locandine. E’ disponibile anche il numero verde del Servizio sanitario regionale 800 033 033, con telefonata gratuita sia da fisso che da cellulare, nei giorni feriali dalle 8,30 alle 17,30 e il sabato dalle 8,30 alle 13.30. Informazioni anche sul sito www.saluter.it.

Per  ulteriori informazioni potete contattare l'URP dell'IRST al numero 0543 739247.

Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l.
Sede legale: 47014 Meldola (FC) Via Piero Maroncelli, 40
Capitale Sociale interamente versato Euro 20.000.000,00 - R.E.A. 288572 (FC)
Reg. Imprese FC/Cod. Fisc./Partita IVA 03154520401
Tel. 0543 739100 - Fax 0543 739123
e-mail: info@irst.emr.it - internet: www.irst.emr.it
PEC: direzione.generale@irst.legalmail.it